printprintFacebook
Telegiornaliste Fans Forum
TELEGIORNALISTE FANS FORUM - Forum ufficiale del settimanale Telegiornaliste
Buon compleanno a
Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

Maria Grazia Capulli (1960-2015)

Ultimo Aggiornamento: 20/10/2017 23.11
Autore
Vota | Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 23.429
Registrato il: 24/11/2006
Città: ALTINO
Età: 97
Sesso: Maschile

Giuria Speciale


[IMG]http://img1.freeforumzone.it/upload1/3981_faccinainnamoratopazzo.gif[/IMG]

22/08/2017 10.14
 
Quota

oltre alle 3 foto postate vi era anche questa
Chi passa di qui??? Oasi Forum77 pt.18/11/2017 02.53 by possum jenkins
Jolanda De Rienzo new entry sportitalia63 pt.17/11/2017 23.55 by skindeceiver
Nitto ATP World Tour Finals 2017TUTTO TENNIS FORUM46 pt.18/11/2017 03.40 by god ikki
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 589
Registrato il: 11/09/2017
Città: CATANIA
Età: 49
Sesso: Maschile

[IMG]http://img1.freeforumzone.it/upload1/3981_faccinagranveterano.gif[/IMG]

19/09/2017 19.30
 
Quota

Sono entrato nel forum da poco,ma sono sempre stato fan della dolcissima Maria Grazia Capulli e depongo queste rose alla sua memoria.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 33
Registrato il: 18/09/2015
Città: ANCONA
Sesso: Femminile

[IMG]http://img1.freeforumzone.it/upload1/3981_faccinaprincipiante.gif[/IMG]

21/09/2017 19.53
 
Quota

MARIA GRAZIA CAPULLI - in ricordo di una giornalista libera
di Adriano Ercolani
Maria Grazia Capulli era una persona splendida.
E, soprattutto, una giornalista libera.


... ... ...
In questo contesto penoso, in questo mondo dell'informazione gestito da vili e mediocri, è doveroso ricordare una giornalista come Maria Grazia Capulli, perennemente controcorrente.
In un mondo che voleva parlare di fatti di sangue per instillare la paura degli immigrati, Maria Grazia parlava di integrazione e rispetto della diversità.
In un regime che incollava le masse agli schermi con donne nude e giochi a premi, Maria Grazia parlava di ricerca spirituale, volontariato, impegno nel sociale.
In un Sistema che bombarda gli elettori di notizie cruente e negative per deprimere ogni impulso al cambiamento, Maria Grazia aveva deciso di dare solo buone notizie.
Da circa un anno aveva ideato la rubrica Tutto il bello che c'è, in cui si continua a mostrare il lato meno conosciuto dell'Italia, meno appetibile per chi ragiona solo in base all'audience: l'Italia del volontariato, dei mille progetti per l'integrazione, dei miracoli culturali che vengono dal basso.
Uno spazio televisivo dove dare visibilità alle forze che provano a cambiare sul campo la situazione del Paese.

Non è da tutti.

Maria Grazia ci ha lasciato dopo una lunga dolorosa lotta contro un male incurabile.
Avevo avuto il piacere di incontrarla, mi aveva colpito la sua gentilezza, la sua viva intelligenza, il suo essere sinceramente interessata e partecipe alle attività di volontariato che svolgevamo.
Non a caso il suo direttore Marcello Masi ha ricordato nell'omaggio funebre come all'inizio non comprendesse alcuni suoi atteggiamenti, realizzando solo in seguito la sua autentica bellezza d'animo.

L'ultimo servizio che da giornalista ha realizzato, poche ore prima di lasciarci, è stato quello su MediTiAmoRoma, la manifestazione dedicata alla meditazione e al volontariato a cui ho avuto l'onore di partecipare dietro le quinte.
L'ultimo suo post su Facebook era un invito a diffondere la notizia dell'evento.
L'ultimo suo desiderio è stato dare visibilità a un evento gratuito, realizzato senza sponsor, che tramite l'impegno di pochi volontari (e la generosità di partner come il Coni che ci ha concesso la Tribuna Monte Mario, il Comune di Roma che ci ha dato il patrocinio, i giocatori Totti della Roma e Keìta della Lazio che hanno gratuitamente promosso l'evento) ha portato alle 11 di mattina di sabato, sotto la pioggia battente, circa 3000 persone allo stadio, a meditare per la pace nel mondo.
Sgombriamo il campo da equivoci: la persona che stiamo ricordando non faceva parte dell'associazione, non aveva interessi né economici, né ideologici a riguardo, addirittura seguiva un percorso meditativo completamente differente da quello proposto nell'evento, pur avendo un grande rispetto per Shri Mataji Nirmala Devi, l'ispiratrice della manifestazione.
Ha semplicemente visto il nostro impegno, ha compreso il nostro desiderio, ha riconosciuto i nostri ideali e, quasi sul letto di morte, ha inviato la troupe televisiva per documentare il nostro evento.
Non potremmo mai dimenticarlo e ti saremo per sempre grati.

Ciao, Maria Grazia.
Come direbbe il personaggio di una nota serie tv: "ci vediamo in un'altra vita, sorella".
OFFLINE
Email Scheda Utente
26/09/2017 20.14
 
Quota

Re:
GTO.telegiorna, 21/09/2017 19.53:

MARIA GRAZIA CAPULLI - in ricordo di una giornalista libera
di Adriano Ercolani
Maria Grazia Capulli era una persona splendida.
E, soprattutto, una giornalista libera.


... ... ...
In questo contesto penoso, in questo mondo dell'informazione gestito da vili e mediocri, è doveroso ricordare una giornalista come Maria Grazia Capulli, perennemente controcorrente.
In un mondo che voleva parlare di fatti di sangue per instillare la paura degli immigrati, Maria Grazia parlava di integrazione e rispetto della diversità.
In un regime che incollava le masse agli schermi con donne nude e giochi a premi, Maria Grazia parlava di ricerca spirituale, volontariato, impegno nel sociale.
In un Sistema che bombarda gli elettori di notizie cruente e negative per deprimere ogni impulso al cambiamento, Maria Grazia aveva deciso di dare solo buone notizie.
Da circa un anno aveva ideato la rubrica Tutto il bello che c'è, in cui si continua a mostrare il lato meno conosciuto dell'Italia, meno appetibile per chi ragiona solo in base all'audience: l'Italia del volontariato, dei mille progetti per l'integrazione, dei miracoli culturali che vengono dal basso.
Uno spazio televisivo dove dare visibilità alle forze che provano a cambiare sul campo la situazione del Paese.

Non è da tutti.

Maria Grazia ci ha lasciato dopo una lunga dolorosa lotta contro un male incurabile.
Avevo avuto il piacere di incontrarla, mi aveva colpito la sua gentilezza, la sua viva intelligenza, il suo essere sinceramente interessata e partecipe alle attività di volontariato che svolgevamo.
Non a caso il suo direttore Marcello Masi ha ricordato nell'omaggio funebre come all'inizio non comprendesse alcuni suoi atteggiamenti, realizzando solo in seguito la sua autentica bellezza d'animo.

L'ultimo servizio che da giornalista ha realizzato, poche ore prima di lasciarci, è stato quello su MediTiAmoRoma, la manifestazione dedicata alla meditazione e al volontariato a cui ho avuto l'onore di partecipare dietro le quinte.
L'ultimo suo post su Facebook era un invito a diffondere la notizia dell'evento.
L'ultimo suo desiderio è stato dare visibilità a un evento gratuito, realizzato senza sponsor, che tramite l'impegno di pochi volontari (e la generosità di partner come il Coni che ci ha concesso la Tribuna Monte Mario, il Comune di Roma che ci ha dato il patrocinio, i giocatori Totti della Roma e Keìta della Lazio che hanno gratuitamente promosso l'evento) ha portato alle 11 di mattina di sabato, sotto la pioggia battente, circa 3000 persone allo stadio, a meditare per la pace nel mondo.
Sgombriamo il campo da equivoci: la persona che stiamo ricordando non faceva parte dell'associazione, non aveva interessi né economici, né ideologici a riguardo, addirittura seguiva un percorso meditativo completamente differente da quello proposto nell'evento, pur avendo un grande rispetto per Shri Mataji Nirmala Devi, l'ispiratrice della manifestazione.
Ha semplicemente visto il nostro impegno, ha compreso il nostro desiderio, ha riconosciuto i nostri ideali e, quasi sul letto di morte, ha inviato la troupe televisiva per documentare il nostro evento.
Non potremmo mai dimenticarlo e ti saremo per sempre grati.

Ciao, Maria Grazia.
Come direbbe il personaggio di una nota serie tv: "ci vediamo in un'altra vita, sorella".

.

Concordo in pieno con tutto quanto scritto qui sopra.. ..giornalista di altri tempi il
Massimo dell’umanita E del giornalismo era lei...!! [SM=x44621] [SM=x44621] [SM=x44620] [SM=x44602] [SM=x44619]


OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 33
Registrato il: 18/09/2015
Città: ANCONA
Sesso: Femminile

[IMG]http://img1.freeforumzone.it/upload1/3981_faccinaprincipiante.gif[/IMG]

16/10/2017 19.51
 
Quota

21 ottobre 2015 - 21 ottobre 2017


Corriere della Sera 21 ottobre 2015

Tutto il bello che sei, ci mancherai

di Luca Mattiucci


ROMA - «Ciao Napoli», ricordi? Era cosi che mi chiamavi. E ora sto qui a Ponte Milvio, da Pallotta, quello di ogni volta. «Un posto che fa respirare un po’ di cultura al quartiere», me lo ripetevi sempre. «Gli dobbiamo dare una mano, perché sono ragazzi eccezionali». Il tavolino è sempre lo stesso, il caffè stavolta l’ho già ordinato. Ho messo in conto che oggi farai tardi.
La tua sedia è qui che ti aspetta, le buone notizie anche. «Abbiamo un sacco di storie da raccontare», era la prima cosa mi dicevi. Era primavera e poi estate, era un senza tempo. Era l’appuntamento da non mancare, senza dirlo si stava sospesi, al riparo da tutto. Qui ora fa freddo Grazia, o forse sono io che ho freddo. E’ la solitudine. E’ sapere che stavolta mi dovrò alzare da questo maledetto caffè senza una lista di persone da contattare, senza storie da raccontare, senza un sorriso. Senza una promessa di viaggi da inseguire per spiegare a tutti che quest’Italia storta una spina dorsale ce l’ha.
Restavi ad ascoltarmi quando ti parlavo dell’ultimo progetto che avevo visto, l’ultima storia di eroi normali. La proposta di andarla a vedere da vicino era sottintesa. C’era un attimo di silenzio. Quello che passa tra lo slancio e lo strappo. Quel peso lo sentivamo.
«Non posso, Luca». Non potevi Grazia, lo so. Non ne abbiamo mai parlato, ma lo osservavamo da lontano, quasi non ci appartenesse. Quasi a non volerlo fare entrare nelle cose nostre. Un breve silenzio. Io fissavo la tazzina. Tu l’albero che avevamo di fronte. Poi tornavi a sorridere. «Sei intelligente, sai».
Io sorridevo e tornavamo a parlare di futuro. E’ con quello che si scappa dal presente. Ci eravamo inventati il gioco del «domani». E forse tu sentivi più di me che era solo un gioco. Aspettavi il racconto come una bambina che ascolta una favola di terre immaginarie e rilanciavi. I ruoli s’invertivano ed eri tu a dirmi dove saremmo andati, dove avremmo trovato riparo da lui. Ma io ora con cosa scappo in avanti? In due si riesce, ma se resti da solo la forza ti manca. A te non è mai mancata.
Erano le 5:25 quando stamattina mi sono svegliato, è stato di soprassalto. A me lo sai non capita. Sei partita e non ci si è potuti salutare. Come quando eri lì prossima ad andare in onda e mi prendevi in giro per il «tempismo perfetto», poi il tg finiva e arrivava il tuo squillo. Stavolta il cellulare resta lì a raccogliere squilli a vuoto. Li metto assieme a quello che porto dentro. E sto qui aggrappato alla tastiera. Aspetto ancora un pò, aspetto che qualcuno venga a dirmi che questo è stato solo un buon esercizio stilistico. Che si, «scribacchi benino tu, perché ci metti umanità», ma lei è lì, la vedi?
Arriva. Aspetto il tuo passo spedito ma piano. Passo da sinfonia. «No Grazia, l’umanità è di quelli come te, di quelli buoni e io buono non sono». Resto ancora un po' qui, che magari stavolta sono arrivato in anticipo di troppo. Che magari hai avuto un contrattempo. Che magari poi ci si vede. Forse non qui, forse da un’altra parte. Magari in un posto dove di buone notizie ne fioccano a valanga, e allora sai come ci si divertirà? Saremo lì con una fila interminabile di persone che aspettano di essere intervistate, e potremo andare avanti senza tempo. Senza minuti, senza scadenze, senza fretta, senza dolore. Sai che bello? Li ci sarà tutto ma proprio tutto il bello che c’è.
Ci manchi Grazia.
OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 33
Registrato il: 18/09/2015
Città: ANCONA
Sesso: Femminile

[IMG]http://img1.freeforumzone.it/upload1/3981_faccinaprincipiante.gif[/IMG]

19/10/2017 14.25
 
Quota

OFFLINE
Email Scheda Utente
Post: 36
Registrato il: 26/09/2009
Città: ALLEIN
Età: 32
Sesso: Maschile

[IMG]http://img1.freeforumzone.it/upload1/3981_faccinaprincipiante.gif[/IMG]

20/10/2017 23.11
 
Quota

[SM=x44609]
Vota: 155,001013807154,905013807 49
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | « 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 689 690 691 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 03.52. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com

forum ufficiale del settimanale Telegiornaliste Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e attualità