TUTTO TENNIS FORUM
printprintFacebook
*** GAME DIRECTION *** - La giustizia è tornata a fare il suo corso e bobboloilguatemaltecoservoumileedevotononchèinvidiosomarciodellegregiodrgrifo è stato sospeso
Non è mai finita... Accanto a un grande Re, c'è sempre una gran bella regina Grazie di tutto Mariolina
 
Facebook  

ATP World Tour 250: Stoccarda & s-Hertogenbosch

Ultimo Aggiornamento: 18/06/2018 16.21
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 42.368
Post: 14.445
Registrato il: 23/09/2009
Età: 30
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/52/337120336.jpg[/IMG]
13/06/2018 16.58

Re:
Bobby realdeal, 13/06/2018 16.54:

Sono d'accordo.
Come dice Giuse Live ed Ubi Tennis sono molto più seri, solo che Livetennis posta tremila news di ragazzini di dodici anni in giro per il mondo, mentre Ubi, a parte il non essere tempestivo, ha la home più confusionaria di tutte, viste che, senza un ordine apparente, sono mischiate notizie fresche fresche a notizie vecchie di giorni.



Vero anche riguardo a Livetennis.
Che però fa un live dettagliato dei match anche nei 250, che è spettacolare.

Il problema è che è molto "filo-italiano", cioè parla di tutti i tornei immaginabili di tutte le età possibili che coinvolgano intaliani (che va bene, ma magari metteteli meno in evidenza [SM=g2856897] ), e poi è evidente che non hanno la minima idea di cosa significhi intitolare una notizia.

TWI fa il clickbait, LT "Rezzato di lusso: tre tornei internazionali in 43 giorni. Prima i veterani, poi i migliori under 12 del mondo".
Che, oltre ad essere il titolo della news, è anche il titolo su cui cliccare per accedere alla news.

Cioè voglio dire, metti una cosa tipo "Grande tennis a Rezzato: il programma completo" o roba simile.
ATP Masters 1000: TORONTOatp13/08/2018 07.54 by captainkeane
ATP World Tour: Bastad, Newport & Stoccardaworld22/07/2018 21.58 by giuseppe liucci
ATP World Tour 500&250: Amburgo, Atlanta, Gstaadtour30/07/2018 11.09 by Iceman.88
OFFLINE
Post: 42.368
Post: 14.445
Registrato il: 23/09/2009
Età: 30
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/52/337120336.jpg[/IMG]
13/06/2018 17.00

Re:
Bobby realdeal, 13/06/2018 16.57:

Io invece non sono anticemento.
Io sono contro la cementificazione incontrollata, quello sì (se vuoi puoi giocare su cemento 8 mesi l'anno), ma una limitata stagione (canonici tre/quattro mesi) mi sta più che bene.




Allora, a me piace il cemento, anche se lo ridurrei (forse alternare erba/terra era troppo drastico).
Ma più che altro mi piace il fatto che sia "paritario".

Il pallettaro può pallettare, il cannoniere da fondo può cannonare, l'attaccante può attaccare.

Non come se si trovassero su terra o erba, ognuno vede ridotte le sue possibilità di fare quello che gli piace di più, ma il cemento ti consente di fare un pò tutto ed un pò niente.

In genere eh, certi tornei presentano superfici che a momenti sulla terra la pallina rimbalza più bassa.
OFFLINE
Post: 2.128
Post: 2.128
Registrato il: 08/06/2013
Età: 34
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/49/791374873.jpg[/IMG]
14/06/2018 16.42

Re: Re:
Iceman.88, 13/06/2018 16.45:




No perchè io non ti ho preso ad esempio Cilic e Querrey, così come non ho preso ad esempio Ramos e Carreno per la terra.
Ti ho citato Nadal e Thiem, che in teoria sarebbero i primi giocatori del mondo sulla superficie (cioè Nadal anche in pratica, Thiem a volte si a volte no).

Anche il match di due giorni fa tra Youznhy e lo stesso Misha, ha fatto vedere punti più "belli" rispetto alla finale dal Rolando.
La superficie c'entra relativamente se vogliamo, perchè questi giocatori cercherebbero di applicare lo stesso stile anche sul rosso, così come Nadal e Thiem non fanno serve and volley sistematico sull'erba.

La considerazione sul fatto di trovarsi gente come Querrey e Cilic o Berdych (che cmq non è un bombardiere come gli altri...è brutto da vedere ma ha anche probabilmente i colpi più piatti del circuito, gioca "pulito" in pratica) lascia il tempo che trova, perchè il 2017 è stata un'edizione un pò così, come quella di Melbourne (e successivamente NY), e poi la sorpresa è sorpresa in ogni caso.
Nel 2015 a Wimbledon in semifinale ci arrivò Gasquet, nel 2014 a Parigi Gulbis. Non mi pare siano giocatori brutti da vedere.

Poi oh, io rispetto tutti, perchè ognuno gioca secondo le proprie caratteristiche fisiche.
Schwartzman non si può certo mettere a fare ace su ace, Raonic non può certo posizionarsi 2 metri dietro la riga di fondo e fare braccio di ferro.
E' giusto che la terra e l'erba esaltino le caratteristiche dell'uno e dell'altro.



Ma io sono d'accordo sul tuo modo di vedere il tutto, e non lo critico. A me partite con TUTTI i punti da tre scambi rompono i coglioni. O meglio, no, non mi rompono i coglioni, le guardo più che volentieri, ma a me piace anche lo scambio intenso, mi piace vedere un vincente "alla Nadal" dopo uno scambio tosto, quello mi esalta molto. Una partita tutta serve and volley, ad esempio, la troverei noiosa, nonostante tecnicamente si vedrebbero punti ESTETICAMENTE più belli. E' come l'esempio che ti hanno fatto sul calcio, a me piaceva da matti il primo Barcellona, perché quel tiki taka era bello, in quanto ragionato verticalmente, come spesso ha fatto il Napoli nella stagione appena conclusa. Il "secondo" tiki taka, invece, era soporifero, sì, tocchi di prima, robe tecnicamente fantastiche e di qualità, ma a me vedere una squadra che fa 97 passaggi in orizzontale per poi farti in gol, annoia. Preferisco vedermi la grinta che mette in campo l'Atletico Madrid. Questo perché non sono un purista probabilmente, non mi limito all'estetica né solo alla tecnica, per me lo sport è un insieme di cose.

Poi, ribadisco, gusti. Io mi sto tranquillamente guardando partite sull'erba con punti da tre scambi, mi piacciono anche quelle.

Ma se tu mi dici, e qua mi ricollego alla tua domanda, "preferisci un Misha vs Feliciano su erba o un Nadal-Djokovic su terra?", io mi esalto di più guardando l'intensità di quella partita e di quegli scambi, piuttosto che le volee bellissime di quei due. Ribadisco, lì a livello tecnico vedi molto di più, ma proprio molto, però non è quello che preferisco.
OFFLINE
Post: 42.368
Post: 14.445
Registrato il: 23/09/2009
Età: 30
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/52/337120336.jpg[/IMG]
14/06/2018 19.36

Ma è chiaro che se mi metti sul piatto della bilancia Nadal-Djokovic finale Slam o Lopez-Zverev finale Queen's, mi vedo anche io la finale Slam.
E sono d'accordo col tuo ragionamento, nel complesso. Anche a me piace vedere scambi di intensità da fondo.

Il problema sai qual è? Che il "tuo" tipo di tennis (dico tuo anche se non è tuo, è per far passare l'esempio) oggi è sovraesposto, se ne vede troppo.
Di partite come Youzhny-Zverev o Federer-Zverev su erba, se ne vedono 2 all'anno in totale.

Probabilmente se si giocasse 3/4 di stagione su erba ad un certo punto mi annoierei anche io, ma il fatto è che la maggior parte del tennis oggi si gioca "alla Nadal" o "alla Djokovic", inteso come modo di intendere lo scambio, non come caratteristiche (ho citato loro perchè non sono pallettari ma sanno anche attaccare o, come nel caso di Nole, contrattaccare).

Ciò che mi fa incazzare non è vedere Nadal rispondere 4 metri e 57 dietro la riga di fondo, nè impostare gli scambi come fa lui sulla terra ed in parte sul cemento, perchè quelle sono le sue caratteristiche migliori (oltre al fatto di essere il più forte del mondo in tal senso).
Mi fa incazzare vedere un giocatore come Murray passare gradualmente da un tennis a tutto campo ad uno che comporta il remare da fondo, senza spazio per la creatività. Quando invece lui ne avrebbe parecchia.

Ci sta che Del Potro tiri le bombe da fondo (pre-infortunio, ma lui può essere un esempio di giocatore che sa adattarsi), ci sta che Busta giochi i liftoni e ci sta pure che Raonic serva 40 ace a partita.
A me danno fastidio i giocatori che si piegano alla superficie, ed ovviamente la parte peggiore è che le superfici si sono piegate al volere dello spettacolo televisivo.

So che è una cosa già detta più volte, ma perchè sulla terra rossa il tipo di gioco più redditizio continua ad essere lo stesso rispetto al passato (con le dovute differenze, chiaro), mentre sull'erba siamo quasi al punto che andare a rete conviene meno che rimanere a fondo?
Perchè giocatori che già vengono esaltati dal mattone d'argilla, devono essere favoriti o meglio meno svantaggiati rispetto a quelli che invece sulla superficie più veloce potrebbero ottenere molto di più?
OFFLINE
Post: 50.621
Post: 14.396
Registrato il: 22/09/2009
Età: 26
[IMG]http://im0.freeforumzone.it/up/0/87/6229629.gif[/IMG][IMG]http://api.ning.com/files/xCPPZSV9yWe7hJwuzUEYSUnEXxwDQYhkeDVFeoWrrjo4dWScWkSowUgdnwbCFoQEkq*kqoY7vAmdmQuWVYnLlpfrGNhf5Ybm/truffa.jpg?crop=1%3A1&width=64&height=64&format=jpg[/IMG]
14/06/2018 22.43

Ho letto adesso il pagellone di Ubitennis per il Roland Garros (come dicevamo ieri, è ancora tra le news principali...) e mi ha fatto molto ridere questa parte.


Dominic Thiem 9
Ho un piano per battere Nadal”. Eh. L’omicidio però non è contemplato nei regolamenti sportivi e dunque ha dovuto ripiegare sull’onorevole sconfitta.

In attesa che il Monarca lasci qualcosa oltre le briciole magari sarà il caso che cominci a giocare anche Futures e Challenger, perché in effetti gioca troppo poco per poter essere competitivo tutto l’anno…



[SM=g2856910]

Oppure


Jelena Ostapenko 3
Vincere uno Slam è fantastico. Ripetersi è difficile. Vincerlo undici volte è da manicomio. La sua foto accanto a quella di Rafa ha campeggiato per un anno. Troppo.



[SM=g2856903]

E


Grigor Dimitrov 4
Quale migliore occasione del Roland Garros per una gita a Parigi? Elegante, carino, simpatico, classico. Inspiegabile la scelta degli organizzatori di non farlo esibire con McEnroe, Graf e Agassi nel campo sotto la Tour Eiffel.



[SM=p2856924]
[Modificato da Bobby realdeal 14/06/2018 22.51]
OFFLINE
Post: 2.128
Post: 2.128
Registrato il: 08/06/2013
Età: 34
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/49/791374873.jpg[/IMG]
15/06/2018 10.13

Re:
Iceman.88, 14/06/2018 19.36:

Ma è chiaro che se mi metti sul piatto della bilancia Nadal-Djokovic finale Slam o Lopez-Zverev finale Queen's, mi vedo anche io la finale Slam.
E sono d'accordo col tuo ragionamento, nel complesso. Anche a me piace vedere scambi di intensità da fondo.

Il problema sai qual è? Che il "tuo" tipo di tennis (dico tuo anche se non è tuo, è per far passare l'esempio) oggi è sovraesposto, se ne vede troppo.
Di partite come Youzhny-Zverev o Federer-Zverev su erba, se ne vedono 2 all'anno in totale.

Probabilmente se si giocasse 3/4 di stagione su erba ad un certo punto mi annoierei anche io, ma il fatto è che la maggior parte del tennis oggi si gioca "alla Nadal" o "alla Djokovic", inteso come modo di intendere lo scambio, non come caratteristiche (ho citato loro perchè non sono pallettari ma sanno anche attaccare o, come nel caso di Nole, contrattaccare).

Ciò che mi fa incazzare non è vedere Nadal rispondere 4 metri e 57 dietro la riga di fondo, nè impostare gli scambi come fa lui sulla terra ed in parte sul cemento, perchè quelle sono le sue caratteristiche migliori (oltre al fatto di essere il più forte del mondo in tal senso).
Mi fa incazzare vedere un giocatore come Murray passare gradualmente da un tennis a tutto campo ad uno che comporta il remare da fondo, senza spazio per la creatività. Quando invece lui ne avrebbe parecchia.

Ci sta che Del Potro tiri le bombe da fondo (pre-infortunio, ma lui può essere un esempio di giocatore che sa adattarsi), ci sta che Busta giochi i liftoni e ci sta pure che Raonic serva 40 ace a partita.
A me danno fastidio i giocatori che si piegano alla superficie, ed ovviamente la parte peggiore è che le superfici si sono piegate al volere dello spettacolo televisivo.

So che è una cosa già detta più volte, ma perchè sulla terra rossa il tipo di gioco più redditizio continua ad essere lo stesso rispetto al passato (con le dovute differenze, chiaro), mentre sull'erba siamo quasi al punto che andare a rete conviene meno che rimanere a fondo?
Perchè giocatori che già vengono esaltati dal mattone d'argilla, devono essere favoriti o meglio meno svantaggiati rispetto a quelli che invece sulla superficie più veloce potrebbero ottenere molto di più?




Hai ragione su tutto, però non è colpa della superficie, ma di scelte dei giocatori. Mi spiego meglio. Si dice tanto che l'erba è stata rallentata per favorire il tennis da fondo, che l'erba si sta "terrizzando", eppure come mai Nadal sull'erba ormai fa cagare da anni? Vero, potrai dire "eh, si fa tutta la stagione sul rosso dove arriva in fondo, a Wimbledon ci arriva cotto e non ha più
20 anni", ma il fatto che lui trovi difficoltà, addirittura più che a inizio carriera (comunque tra il 2006 ed il 2011 lui ha fatto 5 finali di wibledon, vincendone due) a giocare sull'erba, qualcosa vorrà pur dire.

Altro esempio: a Melbourne, lo scorso anno, tutti dicevano che i campi erano velocissimi, per cui avrebbero dovuto favorire gli attaccanti e sfavorire un Nadal, che tra l'altro tornava da mesi complicati di infortuni. Ma chi arriva in finale? Nadal. Eliminando chi? Zverev e soprattutto Raonic e Dimitrov, ovvero due attaccanti.

Ora, il tuo concetto è "i giocatori si uniformano, gli conviene remare da fondo per paura di essere passati se salgono a rete", ma come può essere una colpa di Nadal riuscire a giocare dei passanti? Abbiamo visto lo scorso anno con Muller quanto Rafa possa essere messo in difficoltà da quel tipo di gioco. Per cui per me è una questione di scelta del giocatore, e la superficie è una "scusa". E' vero che il tennis sta cambiando ormai da anni, e forse il "colpevole" di questo è Nadal prima e Djokovic poi (in un certo senso Nole si è pian piano nadalizzato per poter vincere), ma che devono fare loro? [SM=g2856897]

Se Murray preferisce remare da fondo, se Zverev preferisce remare da fondo perché hanno paura che la solidità di un Nadal/Djokovic possa alla lunga distruggere un tennis offensivo ed a tutto campo, non può mai essere colpa di Nadal/nole, ma di Murray che ha paura di osare e snatura il suo gioco.

Per dire, so che da casa è facile parlare, ma uno con una minima bravura a rete, quando vede Nadal che gli risponde 5 metri dietro la linea, dovrebbe fare un serve and volley sistematico, ma perché non lo fanno? Lo fa Muller (che infatti lo ha battuto), lo fa Brown (che infatti lo ha battuto due volte e pure nettamente) eppure Murray ha paura di farlo. Quindi colpa sua e basta, di nessun altro fattore. [SM=p3114511]
OFFLINE
Post: 42.368
Post: 14.445
Registrato il: 23/09/2009
Età: 30
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/52/337120336.jpg[/IMG]
15/06/2018 12.02

Ma vedi, non è così semplice.
Inoltre secondo me tu liquidi facilmente il discorso delle superfici.

Uniformarle vuol dire anche uniformare la formazione dei giovani (scusa le ripetizioni), non solo dal punto di vista tecnico, ma anche psicologico: vieni convinto che stare a fondo è meglio, è più sicuro.

E queste cose incidono enormemente sulla psiche di un giocatore. Guarda Zverev a Parigi. Era letteralmente paralizzato all'idea di stare più avanti (capisco che ha le aperture ampie, però non prendiamoci per il culo, 4 metri dietro non ci può stare) contro gente come Dzumhur e Lajovic.
Vedi che significa impostare un giocatore in un certo modo?

Un allenatore futuro potrà anche convincerlo a fare passi avanti in campo ed a cercare di più la rete (migliorandone il rendimento), ma quando Sascha sarà in difficoltà contro un big o pure contro un "operaio", a quale tattica credi si affiderà?

Allo stesso modo, perchè Federer con Edberg è tornato più offensivo? Perchè il S&V ed il gioco d'attacco lo praticava con sistematicità quando era giovane, quindi sono attitudini che già aveva.
Tu poi continui a fare l'esempio di Nadal, ma quando ti dico che Rafa è un fenomeno non parlo solo di qualità fisiche, ma anche di adattabilità.
Ed infatti Rafa a Wimbledon non risponde 5 metri dietro la linea di fondo, ma sta più avanti.

Poi io mica sto dicendo che è colpa di Nadal e Djokovic. E' colpa degli altri, in primis dei coach, che hanno voluto percorrere quella strada, senza avere le qualità per farlo ottenendo gli stessi risultati. Io penso che ognuno dovrebbe allenarsi per giocare nella maniera più redditizie secondo le sue caratteristiche.
Un Ferrer deve giocare "alla Nadal" (pur essendo più vecchio di Rafa, quindi tecnicamente sarebbe il contrario), però è inferiore a lui in quel tipo di tennis. Ma, al contempo, quel tipo di tennis è il migliore possibile per lui.
Quindi, semplicemente, ci deve stare. Ma fa parte del gioco. D'altronde, la genetica influenza in maniera enorme (certamente superiore a quanto si creda...non basta l'allenamento da Navy Seals per diventare come Cristiano Ronaldo) lo sport in generale.

Questa cosa, ad esempio, non viene proprio calcolata nel tennis femminile secondo me. Sharapova ed Azarenka, due fulgidi esempi di sparapalle moderne, sono una brutta copia delle Williams.
Ma a parità di allenamento e di stato di forma, Serena tirerà sempre più forte e sarà sempre più potente di loro. Perchè? Perchè Madre Natura l'ha resa più adatta di Sharapova ed Azarenka a quel tipo di gioco.

Che è poi la stessa ragione per cui Federer ha una coordinazione motorie ed una propriocezione (percezione del proprio corpo nello spazio) superiore alla media, o Nadal una maggiore resistenza aerobica.
Sono qualità che puoi allenare, ma le basi di partenza le stabilisce la natura.
OFFLINE
Post: 24.637
Post: 12.286
Registrato il: 22/09/2009
Età: 28
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/58/834231736.png[/IMG]
15/06/2018 15.37

Cominciamo subito con le palle break mancate.
L'avversario è carognoso.
OFFLINE
Post: 42.368
Post: 14.445
Registrato il: 23/09/2009
Età: 30
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/52/337120336.jpg[/IMG]
15/06/2018 16.12

Appena ho visto che avevi risposto al topic ho pensato "avrà fatto un post in cui qualcosa non va ecc" infatti parlavi delle palle break mancate.

Dal 2-3, 6 game su 7 di Federer con due break a cavallo dei set.

Oltre una marea di discese a rete ed attacchi in controtempo che Pella sta ancora cercando di capire che è successo.

EDIT: Il post ovviamente riguardava i primi 5 giochi, visto che il break di Federer è arrivato nel settimo da 0-40 alla seconda opportunità, così come il break in avvio di secondo parziale.

Giuse [SM=g2856915]
[Modificato da Iceman.88 15/06/2018 16.15]
OFFLINE
Post: 24.637
Post: 12.286
Registrato il: 22/09/2009
Età: 28
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/58/834231736.png[/IMG]
15/06/2018 16.31

Bene così, molto sciolto oggi. Giusto un piccolo brivido sul finale, forse dovuto proprio alla rilassatezza.

Domani potrebbe esserci una sfida mai banale, quella contro Kyrgios. Sarebbe la prima su erba.
Oppure Lopez, che dà sempre spettacolo
OFFLINE
Post: 50.621
Post: 14.396
Registrato il: 22/09/2009
Età: 26
[IMG]http://im0.freeforumzone.it/up/0/87/6229629.gif[/IMG][IMG]http://api.ning.com/files/xCPPZSV9yWe7hJwuzUEYSUnEXxwDQYhkeDVFeoWrrjo4dWScWkSowUgdnwbCFoQEkq*kqoY7vAmdmQuWVYnLlpfrGNhf5Ybm/truffa.jpg?crop=1%3A1&width=64&height=64&format=jpg[/IMG]
15/06/2018 20.28

Sarà Kyrgios, che ha vinto in tre set col solito atteggiamento a dir poco odioso.

Sul punto del break nel terzo set ha anche alzato le braccia prima che Lopez colpisse la pallina, potevano esserci gli estremi per il punto disturbato.
OFFLINE
Post: 24.637
Post: 12.286
Registrato il: 22/09/2009
Età: 28
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/58/834231736.png[/IMG]
15/06/2018 21.08

Kyrgios si è ridestato dal suo sonno eterno solo per rompere le palle a Federer.
Meglio così, l'hype è già alle stelle
OFFLINE
Post: 50.621
Post: 14.396
Registrato il: 22/09/2009
Età: 26
[IMG]http://im0.freeforumzone.it/up/0/87/6229629.gif[/IMG][IMG]http://api.ning.com/files/xCPPZSV9yWe7hJwuzUEYSUnEXxwDQYhkeDVFeoWrrjo4dWScWkSowUgdnwbCFoQEkq*kqoY7vAmdmQuWVYnLlpfrGNhf5Ybm/truffa.jpg?crop=1%3A1&width=64&height=64&format=jpg[/IMG]
15/06/2018 21.59

Per aggiungere un pizzichino di pepe, Roger ad una vittoria dal tornare momentaneamente numero uno.
OFFLINE
Post: 2.128
Post: 2.128
Registrato il: 08/06/2013
Età: 34
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/49/791374873.jpg[/IMG]
15/06/2018 22.42

Re:
Iceman.88, 15/06/2018 12.02:

Ma vedi, non è così semplice.
Inoltre secondo me tu liquidi facilmente il discorso delle superfici.

Uniformarle vuol dire anche uniformare la formazione dei giovani (scusa le ripetizioni), non solo dal punto di vista tecnico, ma anche psicologico: vieni convinto che stare a fondo è meglio, è più sicuro.

E queste cose incidono enormemente sulla psiche di un giocatore. Guarda Zverev a Parigi. Era letteralmente paralizzato all'idea di stare più avanti (capisco che ha le aperture ampie, però non prendiamoci per il culo, 4 metri dietro non ci può stare) contro gente come Dzumhur e Lajovic.
Vedi che significa impostare un giocatore in un certo modo?

Un allenatore futuro potrà anche convincerlo a fare passi avanti in campo ed a cercare di più la rete (migliorandone il rendimento), ma quando Sascha sarà in difficoltà contro un big o pure contro un "operaio", a quale tattica credi si affiderà?

Allo stesso modo, perchè Federer con Edberg è tornato più offensivo? Perchè il S&V ed il gioco d'attacco lo praticava con sistematicità quando era giovane, quindi sono attitudini che già aveva.
Tu poi continui a fare l'esempio di Nadal, ma quando ti dico che Rafa è un fenomeno non parlo solo di qualità fisiche, ma anche di adattabilità.
Ed infatti Rafa a Wimbledon non risponde 5 metri dietro la linea di fondo, ma sta più avanti.

Poi io mica sto dicendo che è colpa di Nadal e Djokovic. E' colpa degli altri, in primis dei coach, che hanno voluto percorrere quella strada, senza avere le qualità per farlo ottenendo gli stessi risultati. Io penso che ognuno dovrebbe allenarsi per giocare nella maniera più redditizie secondo le sue caratteristiche.
Un Ferrer deve giocare "alla Nadal" (pur essendo più vecchio di Rafa, quindi tecnicamente sarebbe il contrario), però è inferiore a lui in quel tipo di tennis. Ma, al contempo, quel tipo di tennis è il migliore possibile per lui.
Quindi, semplicemente, ci deve stare. Ma fa parte del gioco. D'altronde, la genetica influenza in maniera enorme (certamente superiore a quanto si creda...non basta l'allenamento da Navy Seals per diventare come Cristiano Ronaldo) lo sport in generale.

Questa cosa, ad esempio, non viene proprio calcolata nel tennis femminile secondo me. Sharapova ed Azarenka, due fulgidi esempi di sparapalle moderne, sono una brutta copia delle Williams.
Ma a parità di allenamento e di stato di forma, Serena tirerà sempre più forte e sarà sempre più potente di loro. Perchè? Perchè Madre Natura l'ha resa più adatta di Sharapova ed Azarenka a quel tipo di gioco.

Che è poi la stessa ragione per cui Federer ha una coordinazione motorie ed una propriocezione (percezione del proprio corpo nello spazio) superiore alla media, o Nadal una maggiore resistenza aerobica.
Sono qualità che puoi allenare, ma le basi di partenza le stabilisce la natura.




E anche qua sono d'accordo con tutto, allora il discorso è che c'è poco coraggio, perché si ha paura che se giochi d'attacco, gente come Nadal o Djokovic ti passa da tutte le parti. Ma allo stesso tempo, se giochi "al loro stesso gioco", perdi comunque a meno che loro non siano in condizioni non ottimali.

Hai ragione sulla genetica, caratteristiche ecc.
Come dici tu, Ferrer è giustificato dall'essere Ferrer, ma lo stesso Federer ci ha messo 12 anni per capire che doveva anticipare il rovescio sul dritto di Rafa, ed infatti giocando così, lo scorso anno, Nadal ha preso una serie di legnate non indifferenti. Ma, appunto, se ci ha messo 12 anni uno che aveva già vinto Slam ed ha continuato a vincerli anche durante la rivalità, perché stupirsi degli altri?
OFFLINE
Post: 6.075
Post: 3.753
Registrato il: 16/11/2010
16/06/2018 13.35

Ottima vittoria di Berrettini nelle quali di Halle contro Dustin Brown
OFFLINE
Post: 42.368
Post: 14.445
Registrato il: 23/09/2009
Età: 30
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/52/337120336.jpg[/IMG]
16/06/2018 14.30

Re: Re:
god ikki, 15/06/2018 22.42:




E anche qua sono d'accordo con tutto, allora il discorso è che c'è poco coraggio, perché si ha paura che se giochi d'attacco, gente come Nadal o Djokovic ti passa da tutte le parti. Ma allo stesso tempo, se giochi "al loro stesso gioco", perdi comunque a meno che loro non siano in condizioni non ottimali.

Hai ragione sulla genetica, caratteristiche ecc.
Come dici tu, Ferrer è giustificato dall'essere Ferrer, ma lo stesso Federer ci ha messo 12 anni per capire che doveva anticipare il rovescio sul dritto di Rafa, ed infatti giocando così, lo scorso anno, Nadal ha preso una serie di legnate non indifferenti. Ma, appunto, se ci ha messo 12 anni uno che aveva già vinto Slam ed ha continuato a vincerli anche durante la rivalità, perché stupirsi degli altri?



Perchè ognuno è diverso. Federer ha la mentalità "da re", inconsciamente vuole chiudere col punto più bello, e pensa di essere superiore agli altri. Inconsciamente, ripeto, poi è una persona umile, determinata ecc.
Ma l'aver dominato il tennis per così tanto tempo lo ha condizionato in tal senso.
Nadal ha la mentalità "da operaio", da quello che deve lottare per conquistarsi tutto perchè non è nato col sangue blu. E l'essere stato numero 2 per 3 anni e passa dietro a Federer ha consolidato ancora di più questo suo atteggiamento.

Zverev per esempio ha la stessa mentalità di Federer, ma gli mancano i risultati per potersi permettere di averla.
Schwartzman ha la mentalità alla Nadal, ma gli mancano le doti fisiche per ottenere gli stessi risultati.

Il discorso delle superfici qui si inserisce in rapporto a quanto possono esaltare certe caratteristiche fisiche. Oggi Nadal e Djokovic possono permettersi passanti paurosi da qualsiasi parte del campo perchè hanno le caratteristiche fisiche più adatte alle superfici odierne.
Ma, rovesciando l'affermazione, si può dire anche che le superfici più uniformi che ci sono oggi permettono a Nadal e Djokovic di effettuare colpi impensabili una generazione fa.

D'altronde Nole scivola sull'erba come se fosse terra battuta, ditemi voi se è normale...
OFFLINE
Post: 42.368
Post: 14.445
Registrato il: 23/09/2009
Età: 30
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/52/337120336.jpg[/IMG]
16/06/2018 14.58

Intanto hanno sorteggiato i 500, il Queen's è una bolgia, anche ad Halle c'è un livello alto ma meno "erbivoro", tra poco apro il topic.
OFFLINE
Post: 24.637
Post: 12.286
Registrato il: 22/09/2009
Età: 28
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/28/58/834231736.png[/IMG]
16/06/2018 15.42

Murray-Kyrgios [SM=p5205747]
OFFLINE
Post: 4.027
Post: 646
Registrato il: 21/06/2010
Età: 29
16/06/2018 16.20

Meneschincheri che pronuncia Kyrgios in tutti i modi possibili tranne quello giusto... Chirgios già è brutto, ma Cirgios è [SM=j3109185]
OFFLINE
Post: 4.027
Post: 646
Registrato il: 21/06/2010
Età: 29
16/06/2018 16.30



2014 Wimbledon Champion [SM=j2856936]
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
ATP World Tour 250 2018: Doha, Brisbane & Pune (44 messaggi, agg.: 07/01/2018 11.26)
ATP World Tour 250: Auckland & Sydney (40 messaggi, agg.: 13/01/2018 15.49)
ATP World Tour 250: Montpellier, Quito & Sofia (35 messaggi, agg.: 11/02/2018 22.44)
ATP World Tour 250: Houston & Marrakech (13 messaggi, agg.: 14/04/2018 20.10)
ATP World Tour 250: Monaco, Estoril & Istanbul (7 messaggi, agg.: 07/05/2018 15.07)
ATP World Tour 250: Ginevra & Lione (13 messaggi, agg.: 26/05/2018 22.46)

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 18.22. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com